La Cucina del territorio

 

La cucina del Territorio

Particolarità,  Tipicità,  Piatti tipici, Ricette

 

 

Prendersi cura del territorio” (Maggi 2002) è una assunzione di responsabilità da parte degli abitanti e delle amministrazioni che, in misura diversa e a seconda della disponibilità  salvaguardano il contesto o  territorio (parola fin troppo usata a volte anche non correttamente).

 

Hugues de Varine (padre degli ecomusei) dice che: , “un ecomuseo è qualcosa che rappresenta ciò che un territorio è, e ciò che sono i suoi abitanti, a partire dalla cultura viva delle persone, dal loro ambiente, da ciò che hanno ereditato dal passato, da quello che amano e che desiderano mostrare ai loro ospiti e trasmettere ai loro figli. Un tal processo si costruisce gradatamente, con alti e bassi.”

 

Ecco allora che conservare e far conoscere con un De.Co. la ricette del territorio è un modo di ereditare dal passato storia e cultura (la sagra di Sant’Andrea e la ricetta del casoncello, la sagra di San Martino e l'Oc de San Martì, lo spiedo di Serle, la torta dell'Anniversario a Rezzato) amarla  e volerla mostrare sia a chi Ecomuseo del Botticino  lo vive che  a quanti vengono  in visita forse attirati anche “dalla gola”.

 

Un ecomuseo deve costruire rispetto, attaccamento emotivo, conoscenza: il De.Co. è un importante passo in più voluto da popolazione e Amministrazione affinchè chi verrà non perda la memoria del passato.

 

Oltre ai piatti De.Co. in quaste pagine vengono presentate le ricette della cucina contadina, i piatti ECOMUSEALI, le piccole produzioni ed i ristoranti dove si possono trovare questi ed altri buonissimi piatti creati utilizzando i prodotti locali.

 

Nel 2014, nell'ambito del progetto "La Cultura ci Alimenta" sono state fatte conferenze con degustazione:  le ricette delle cene  sono state scritte e esposte alla pagina "Storia della Civiltà umana, Storia del Cibo"  per conoscerle CLIKKA QUI

 

 

Nel territorio i piatti Tipici sono

Nuvolento: il casoncello di Sant'Andrea

 

Paitone: l'oc de San Martì

 

Rezzato: la torta dell'Anniversario

 

Serle: Lo spiedo

 

Oltre a questi esisitono dei De.Ec. (Denominazione  Ecomuseale) ossia piatti della tradizione (altri riscritti) che danno vita ad un ricco corpus gastronomico: una ricettario che nasce dal basso affinchè la cura del territorio sia sempre più ampia (arte, natura, cultura, cultura gastronomica) 

 

Casoncello delle 4 stagioni 

Minestra Ceci e Funghi

Carbunì (dolce natalizio)

 

 

Chi, poi, avesse/volesse condividere ricette ce le invii: le pubblicheremo citando il creatore/ricercatore/autore